I NOSTRI DOCENTI

Salvatore Strozza

Salvatore Strozza è professore ordinario di Demografia presso l’Università di Napoli Federico II. Attualmente è vice-Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e vice-Presidente dell’Associazione Italiana per gli Studi di Popolazione (AISP). È associato nell’attività di ricerca all’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali (IRPPS) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), collabora con il Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione (FIERI) e fa parte del Network of Excellence IMISCOE (International Migration, Integration and Social Cohesion in Europe). È section editor della rivista GENUS, fa parte del Comitato scientifico della rivista Studi Emigrazione/Migration Studies ed è membro del Comitato di Consulenza Scientifica della Collana ISMU della FrancoAngeli. Nel periodo 2006-2011 è stato consigliere del Consiglio di Presidenza della Società Italiana di Economia Demografia e Statistica (SIEDS) e componente del Comitato di Direzione della Rivista Italiana di Economia Demografia e Statistica (Rieds). Il principale settore di ricerca riguarda le migrazioni internazionali e l’immigrazione straniera in Italia. I principali contributi su tale tematica (più di 150 articoli scientifici) si riferiscono a: misura e stima della presenza straniera; realizzazione di indagini campionarie sugli immigrati; immigrazione e mercati del lavoro del paese di arrivo; il processo di integrazione degli immigrati e l’inclusione scolastica delle seconde generazioni; l’assetto territoriale degli immigrati stranieri; l’evoluzione delle migrazioni internazionali interessanti i paesi del continente europeo; comportamenti demografici dei migranti ed effetti delle migrazioni internazionali. È co-autore di due monografie e co-curatore di nove volumi tematici e di due numeri speciali di Studi Emigrazione/Migration Studies.

 

Francesco

La Barbera

Francesco La Barbera è ricercatore e professore aggregato di Psicologia sociale presso l’Università di Napoli Federico II. Tra i suoi temi di ricerca recenti: 1. Gli aspetti dilemmatici della cooperazione: problemi di identità sociale e fiducia; 2. Cultura, intercultura e identità; 3. Le relazioni intergruppi: favoritismo, discriminazione e pregiudizio. Tra i recenti saggi inerenti i temi del CdP: Le relazioni tra gruppi (in Smiraglia, 2013, Carocci); Patria, nazione e identità: una riflessione sulle dinamiche culturali e sulla convivenza (in Fiorillo, Dioni, 2013, FrancoAngeli); Competizione sociale, percezione dei gruppi di immigrati e nuove forme di pregiudizio (in Mazzara, 2010, Unicopli). Tra gli articoli: “Being European in a social dilemma: The effect of European identity on cooperation”. Testing, Psychometrics, Methodology in Applied Psychology, 19, 2012; “La convivenza dilemmatica: identità sociale, fiducia, interdipendenza”. Psicologia di Comunità, 2, 2011. “Subtle and blatant prejudice toward Chinese, Moroccan and Pole immigrants in a Southern Italian province”. Testing, Psychometrics, Methodology in Applied Psychology, 17, 2010. E’ inoltre autore di numerose comunicazioni a convegni nazionali ed internazionali sui temi dell’identità e delle relazioni intergruppi.

Armando Vittoria

Armando Vittoria, PhD, ricercatore e professore aggregato di Storia delle istituzioni politiche e Teoria e storia dell’Amministrazione presso l’Università di Napoli Federico II. Si è occupato di Storia delle istituzioni giudiziarie, delle istituzioni penali e della sicurezza, del movimento operaio, dell’Amministrazione. Recentemente si occupanda di storia delle politiche e delle istituzioni del Welfare State. Da alcuni anni è membro del Comitato dei garanti della Fondazione Istituto Gramsci. Le sue ultime pubblicazioni sono: Il Welfare tra Stato e società. Per una storia istituzionale del principio di sussidiarietà, in M.Musella (a cura di), La sussidiarietà orizzontale, Roma 2013; Il Welfare oltre lo Stato. Profili di storia dello Stato sociale in Italia, tra istituzioni e democrazia, Torino, Giappichelli, 2012; La scelta dell'autorità. Governo della sicurezza, magistratura e crisi delle istituzioni nell'Italia di fine secolo (1879-1899), Napoli, Pisanti, 2011; Welfare locale, governance amministrativa e democrazia “associativa”. La sfida sociale e “politica” del terzo settore e il rapporto con le istituzioni in “Impresa sociale”, 3/2010; La Sinistra storica e l'ordine pubblico, tra sicurezza borghese e repressione, in “L’ape ingegnosa”, 1-2/2009.

Michele Colucci

Michele Colucci è ricercatore presso il Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche), Istituto di studi sulle società del mediterraneo. Insegna storia contemporanea e storia dell’Europa contemporanea presso l’Università della Tuscia. E’ membro del collegio di dottorato in "Storia d’Europa: società, politica, istituzioni" presso l’Università della Tuscia. Svolge attività di docenza presso master e corsi di alta formazione. Ha conseguito in data 4-12-2013 l'abilitazione scientifica nazionale al ruolo di professore di seconda fascia in Storia contemporanea (settore 11/A3). E' membro del direttivo della Società italiana di storia del lavoro. Gli interessi scientifici ruotano prevalentemente attorno allo studio della storia contemporanea, con particolare attenzione verso i fenomeni migratori. Si occupa di storia del lavoro e di storia delle istituzioni.  E’ attualmente Responsabile dell’Unità di ricerca Napoli-Cnr nell’ambito del Progetto Firb Futuro in Ricerca “Frontiere mediterranee” finanziato dal Miur per il periodo 2013-2016. E’ membro della redazione della rivista “Meridiana. Rivista di storia e scienze sociali” e della rivista “Archivio storico dell’emigrazione italiana”. Tra le sue pubblicazioni: Lavoro in movimento. L’emigrazione italiana in Europa, 1945-57, Donzelli, 2008; Emigrazione e ricostruzione. Italiani in Gran Bretagna dopo la seconda guerra mondiale, Editoriale Umbra 2009; Le migrazioni. Un’introduzione storica (con M. Sanfilippo), Carocci 2009; W. Beveridge, La libertà solidale. Scritti 1942-1945 (curatela), Donzelli 2010; G. Di Vittorio, Le strade del lavoro. Scritti sulle migrazioni, Donzelli 2012 (curatela).

Elena de Filippo

Elena de Filippo è presidente della cooperativa Dedalus di Napoli. dove svolge tra l’altro attività di ricerca e coordinamento dei servizi per gli immigrati. Ha collaborato, inoltre, con diversi enti nazionali in ricerche sull’immigrazione ed ha insegnato per 10 anni sociologia delle migrazioni all’Università di Napoli Federico II. Il principale settore di ricerca è stato rappresentato le migrazioni internazionali e l’immigrazione straniera in Campania Sin dal 1988 ha svolto attività di formazione sulle tematiche dell’immigrazione per numerosi enti (tra questi: Università, Comune di Napoli ed altri comuni, Regione Campania, Regione Sardegna, Asl del territorio, agenzie formative). L’attività di docenza è stata svolta sia in percorsi di aggiornamento per operatori pubblici (quali ad esempio operatori penitenziari, assistenti sociali, medici e operatori sanitari, insegnati, ispettori del lavoro, agenti dell’ordine) sia in master, scuole di specializzazione e corsi di formazione professionale per laureati ed operatori del terzo settore. Tra le sue recenti pubblicazioni sulle tematiche del CdP: de Filippo E., Morlicchio E., Strozza S., Una migrazione nelle migrazioni. L’impatto della crisi sulla mobilità degli immigrati in Campania, in V. Fortunato (a cura di) Cause e impatto della crisi. Individui, territori, istituzioni, Sociologia del Lavoro, dell’Economia e dell’Organizzazione AIS – ELO n. 131, FrancoAngeli (2013); Una fotografia in chiaro scuro: i minori stranieri in Campania e a Napoli, in A. Spanò (a cura di), Esistere, coesistere, resistere. Progetti di vita e processi di identificazione dei giovani di origine straniera a Napoli, FrancoAngeli (2011); La mediazione interculturale nei servizi e nella città, in Luatti L. (a cura di), Mediatori atleti dell’incontro. Luoghi, modi e nodi della mediazione interculturale, Vannini editrice (2011).

 

Salvatore

Fachile

Salvatore Fachile, avvocato e ricercatore giuridico sui temi della tratta internazionale di esseri umani, del diritto dell’immigrazione, del diritto alla protezione internazionale, dei minori stranieri non accompagnati e del diritto antidiscriminatorio. Attualmente svolge la sua attività di avvocato presso il suo studio legale in piazza Mazzini 8 a Roma, ma anche consigliere del direttivo dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI) e consulente per la Cooperativa Sociale Dedalus di Napoli. E’ stato coordinatore scientifico di alcuni progetti in ambito nazionale ed europeo sulle stesse tematiche (periodicamente a partire dal 2004 fino al 2014), è docente presso alcuni master (Università di Bologna, Istituto Beck di Roma e in passato anche Università La Cattolica e Università La Sapienza di Roma). A partire dal 2004 svolge costantemente attività di formatore rivolta agli operatori e ai professionisti di settore, su incarico di soggetti pubblici e privati. Tra le sue pubblicazioni: 2013 “La riduzione in schiavitù e la tratta dei minori”, (contributo) Cendon; 2012 “Vademecum. Una guida Normativa per fornire strumenti pratici e risposte concrete nell’interscambio con i cittadini stranieri”, pubblicazione conclusiva del progetto TATTIC, finanziato dal Fondo Europeo Immigrazione; 2010“Vademecum sul rimpatrio assistito: marginale il ruolo dell’avvocato”, (contributo, coautrice dott.ssa Livia Santoro), Guida al Diritto, Famiglia e minori, n.5/2010, Il sole 24 ore, Milano; 2009“La riduzione in schiavitù e la tratta dei minori. Definizioni giuridiche e pericoli retorici”, (contributo) all’interno del III Annuario de Il senso della Repubblica, Edizioni Franco Angeli, Milano; 2008“Il diritto all’istruzione e il diritto alla salute dei minori stranieri e comunitari”, (contributo) nel volume Piccoli Viaggiatori, a cura della Cooperativa Sociale Dedalus, Napoli; 2008 “La tratta di esseri umani in Italia”, Rapporto di ricerca, a cura del Centro Informazione e Educazione alla Sviluppo, Roma; 2007  “La riduzione in schiavitù e la tratta di esseri umani nella letteratura giuridica italiana”, (contributo), saggio elaborato all’interno del progetto Equal IT – S2 – MDL – 258, Edizioni Franco Angeli, Milano.

Fabio Ferraro

Fabio Ferraro è professore ordinario di Diritto dell’Unione Europea (IUS/14). Titolare del corso di “Diritto dell’Unione Europea” presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Napoli Federico II, dall’anno 2007. E’ avvocato abilitato al patrocinio innanzi alle giurisdizioni superiori. Componente della Commissione del Consiglio Nazionale Forense per le politiche comunitarie della professione. Ha prestato assistenza e consulenza anche per diversi enti pubblici territoriali. Docente presso le scuole di specializzazione in Diritto dell’Unione Europea presso il Dipartimento di Giurisprudenza, Federico II. Docente dei corsi di perfezionamento del Dipartimento di Scienze Politiche, Federico II, in Politiche e strategie di fund raising e Immigrazione e Politiche di accoglienza e immigrazione. Membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di ricerca in “Diritto della concorrenza e del mercato nell’UE”. Componente del corso di perfezionamento in “Diritto comunitario: Tutela dei diritti” dell’Università di Napoli Federico II. Membro del Comitato Scientifico del Master di Secondo livello in Diritto dell'Unione europea, Università Telematica Pegaso. Ha scritto diverse monografie e più di trenta articoli sul diritto dell’Unione Europea. Relatore di molti convegni e seminari di formazione in tema di diritto dell’Unione Europea.

Francesco Dandolo

E' professore associato di Storia economica, Storia economica e  
sociale dell'Europa e Storia dell'Agricoltura e afferisce al  
Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di  
Napoli “Federico II”. Si è occupato di patrimoni ecclesiastici e  
nobiliari in età moderna e contemporanea, di dell'agricoltura italiana  
in età liberale, di relazioni industriali nel Novecento, di squilibri  
territoriali nell'Italia repubblicana.  Di recente i suoi interessi di  
ricerca si concentrano sui flussi migratori in Italia e nel  
Mezzogiorno negli ultimi decenni.

Giuseppe

Gabrielli

Giuseppe Gabrielli è ricercatore di Demografia presso l’Università di Napoli Federico II. È docente di Demografia Economica e di Metodi e Modelli Demografici presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Federico II.

In tema di migrazioni internazionali, ha partecipato a diversi progetti di ricerca su: comportamenti e dinamiche demografiche dei nuovi europei; migrare, sposarsi e avere figli in Italia; i ragazzi figli di Italiani e di stranieri nelle scuole; dimensioni, misure e determinanti dell’integrazione degli immigrati nelle società di destinazione; convergenze e divergenze dei comportamenti demografici nell'area euro-mediterranea

Riguardo a queste tematiche, è autore e co-autore di numerosi articoli di ricerca, contributi in volume e atti di convegno pubblicati in Italia e all’estero. Ha pubblicato su riviste internazionali come: European Journal of Population, Demographic Research, International Migration, Journal of Ethnic and Migration Studies, Genus, Polis.

In particolare è co-autore di Tutti in pista. Un’indagine sugli studenti stranieri e italiani in Puglia (FrancoAngeli 2012, con A. Paterno). È curatore di Uno come te. Europei e nuovi europei nei percorsi di integrazione (FrancoAngeli-Ismu 2014, con P. Donadio e M. Massari).

Dal 2002, ha presentato I risultati delle sue ricerche a numerose conferenze scientifiche e seminari in ambito nazionale ed internazionale come: International Population Conference (IUSSP), European Population Conference (EPC), Annual Meeting of Population Association of America (PAA), Giornate di Studio sulla Popolazione (GSP), Riunione Scientifica della Società Italiana di Statistica (SIS), Conferenza Nazionale di Statistica (CNS).

 

Indirizzo:
Via Rodinò 22/a

80138 Napoli

dip.scienze-politiche@unina.it

Tel: 081-2538256
Fax: 081-2538230

© 2016

Federico II - Napoli  

  • Wix Facebook page